Gli interventi di rimozione dell’amianto vengono effettuati dalla nostra ditta di smaltimento amianto a Frosinone solo da personale altamente competente e specializzato. Le modalità di rimozione e/o smaltimento dell’amianto, infatti, devono seguire delle procedure ben precise e gli operatori devono indossare un abbigliamento tecnico che li protegga al 100% da possibili contaminazioni. Le fibre di amianto sono altamente volatili ed il loro rilascio casuale o incidentale nell’ambiente seppure in minima quantità può diffondersi nell’aria o peggio insinuarsi nelle falde acquifere cagionando danni su vasta scala.

Prima di procedere alla rimozione dell’amianto il nostro team effettua un sopralluogo al fine di valutare la quantità di amianto presente e quali procedure di rimozione adottare. A seguito del sopralluogo viene effettuata una mappatura ed una qualificazione del tipo di rifiuto. Effettuata questa prima fase provvediamo a presentarvi un preventivo. Se sarà di vostro gradimento passeremo alla fase di rimozione vera e propria.

Le fasi della rimozione prevedono:

  • smantellamento dei manufatti
  • confezionamento degli stessi con materiale isolante per il trasporto
  • trasporto nella discarica autorizzata per lo smaltimento definitivo

In alcuni casi la rimozione risulta però sconsigliata per le caratteristiche dei materiali che contengono di volta in volta l’amianto. Potrebbe trattarsi ad esempio di materiali altamente friabili per i quali il solo fatto di maneggiarli creerebbe più pericoli che vantaggi. In questi casi si procede con due tecniche alternative: l’incapsulamento e il confinamento.

Incapsulamento amianto

L’incapsulamento dell’amianto è una tecnica attraverso la quale si avvolge (incapsula appunto) il materiale pericoloso con un film protettivo che impedisce lo sfaldamento ed il rilascio nell’ambiente delle molecole nocive. Questa tecnica mediante l’utilizzo di vernici apposite riesce a rendere inerte il materiale sottostante. In tal modo il manufatto potrà resistere ad ogni intemperia evitando di sfaldarsi.

Dopo un intervento del genere ciclicamente sarà opportuno effettuare dei controlli per verificare il mantenimento in buono stato dei materiali e se del caso procedere a sanare falle, che però molto raramente si verificano data la qualità elevatissima dei materiali da noi utilizzati.

Confinamento amianto

Una buona tecnica alternativa alle precedenti è quella del confinamento amianto. Quando i manufatti lo consentono, poichè sono di piccole dimensioni ed isolati, si può procedere ad installare sugli stessi una struttura isolante costituita da lastre. Questa copertura consentirà di isolare l’amianto dall’ambiente circostante.

Anche in questo caso, come nel precedente, sarà necessario con cadenza periodica effettuare dei controlli sul mantenimento in buono stato della copertura.