L’attività di smaltimento amianto ed Eternit deve assolutamente essere eseguita in tutte le aree in cui sono presenti questi materiali: amianto ed Eternit, purtroppo, rappresentano una grossa minaccia per la salute, di conseguenza è indispensabile far eseguire interventi mirati da professionisti esperti.

Leggete questi piccoli consigli forniti dal nostro staff di Smaltimento Amianto Frosinone.

Che cos’è l’Eternit?

Eternit è il nome di un particolare materiale in fibrocemento prodotto dall’omonima azienda, un materiale che veniva impiegato per la realizzazione di coperture, per la coibentazione di tubature, per creare dei grandi tetti su dei capannoni industriali, solo per fare alcuni esempi.

L’impiego di questo materiale nel mondo dell’edilizia è stato molto massiccio, essendo agevole nella sua posa in opera e anche piuttosto economico; solo a distanza di lunghi anni dalla sua diffusione, tuttavia, si è scoperto quanto fosse pericoloso per la salute.

Non appena la pericolosità dell’Eternit è stata accertata, ovviamente, si sono subito diffusi i relativi interventi di rimozione, ma ancora oggi purtroppo la presenza di questo materiale è largamente diffusa.

La pericolosità dell’Eternit

Ma per quale motivo l’Eternit è considerato a tal punto pericoloso?

L’Eternit è un materiale che, essendo costantemente esposto agli agenti atmosferici, tende a deteriorarsi, e quando è danneggiato rilascia nell’atmosfera delle piccole particelle di amianto. Essendo davvero piccolissime, queste particelle si prestano facilmente ad essere inalate, e questo rappresenta un rischio davvero altissimo per la salute.

É una certezza, come detto, il fatto che l’amianto sia un materiale cancerogeno: in tantissime aree in cui erano presenti delle lastre d’amianto deteriorate, purtroppo, l’incidenza di patologie tumorali si è rivelata molto più alta rispetto alla media nazionale, allo stesso modo purtroppo tantissimi operai che sono stati impiegati presso le fabbriche di Eternit si sono ammalati, spesso senza riuscire a sconfiggere la malattia.

Come rendere innocue le lastre in Eternit?

Se ci si chiede come rendere innocua per la salute una lastra in Eternit, o qualsiasi altra realizzazione in cui è presente dell’amianto, le possibilità sono diverse.

Una metodologia che trova largo impiego in questo settore, e che si rivela un’ottima soluzione di carattere temporaneo, è il cosiddetto incapsulamento, tecnica che prevede che l’Eternit sia trattato con apposite sostanze inglobanti le quali impediscono alle particelle di amianto di potersi disperdere nell’ambiente.

Tecnica simile e altrettanto efficace è il confinamento, la quale prevede la realizzazione di appositi rivestimenti sulle lastre in Eternit e che si rivela particolarmente indicata per gli immobili in cui sono presenti grandi quantità di questo pericoloso materiale, ad esempio delle coperture.

La metodologia più completa è sicuramente rappresentata dalla rimozione e dallo smaltimento di ogni elemento in Eternit, intervento che prevede la totale eliminazione di ogni traccia del materiale. Oltre allo smaltimento dell’eternit vi servirà anche smaltire le macerie edili che si formano durante i lavori di demolizione. Per questo potete leggere qualche cenno sul costo smaltimento rifiuti edili.

In tutti i casi è ovviamente indispensabile che il personale addetto segua tutte le accortezze del caso, in linea con le vigenti normative di sicurezza, inoltre prima di passare alle fasi operative i professionisti incaricati devono procedere al cosiddetto accertamento, ovvero devono verificare che nella zona di interesse vi sia, effettivamente, la presenza di materiali pericolosi.